La nostra Storia

La nascita della Cimina Dolciaria nel contesto verde della Tuscia e di Capranica.

La storia

La Tuscia tra tradizioni, natura e cultura

La Tuscia è quella fascia di terra che coincide con la provincia di Viterbo e che ha le sue radici nell’antico dominio etrusco. Terra visitata da numerosi popoli, la Tuscia offre panorami incontaminati e paesaggi suggestivi dotati di grande fascino e cultura e accoglie con grande entusiasmo la contaminazione di idee e proposte innovative senza perdere di vista la solidità garantita dalle tradizioni e dai valori di un tempo.

La Storia

Capranica, patria della nocciola
"Tonda Romana"

La Cimina Dolciaria nasce nel cuore della Tuscia e, precisamente, nel comune di Capranica. Ricca di verde e percorsa da numerosi corsi d’acqua, Capranica sorge su di un territorio collinare. La città appartiene all’area ambientale Cimina caratterizzata dalla presenza del lago di Vico, uno dei laghi più belli d’Italia dalla morfologia unica e ricca di vegetazione. Caratteristica della città é la coltivazione della nocciola ed è proprio per questo che la Cimina Dolciaria trova qui la sua culla.

La Storia

Capranica, patria della nocciola
"Tonda Romana"

La Cimina Dolciaria nasce nel cuore della Tuscia e, precisamente, nel comune di Capranica. Ricca di verde e percorsa da numerosi corsi d’acqua, Capranica sorge su di un territorio collinare. La città appartiene all’area ambientale Cimina caratterizzata dalla presenza del lago di Vico, uno dei laghi più belli d’Italia dalla morfologia unica e ricca di vegetazione. Caratteristica della città é la coltivazione della nocciola ed è proprio per questo che la Cimina Dolciaria trova qui la sua culla.

La Storia

L'azienda, dalle origini a oggi

La storia di Cimina Dolciaria inizia con la decisione di unire il gusto della nocciola tonda gentile Romana al cioccolato e quindi di valorizzarne ancora di più le sue qualità. La produzione, che parte dalla raccolta di nocciole, si evolve fino alla proposta di creme spalmabili, nocciole ricoperte da diverse tipologie di cioccolata e praline. Il sistema di valori della Cimina Dolciaria, verte intorno a tre capisaldi che guidano l’attività ed il lavoro dell’azienda: tradizione, ricerca e passione. Le fave di cacao vengono macinate finemente per formare la pasta di cacao, il cuore e l’anima del finissimo cioccolato. Il Cacao lavorato in Cimina Dolciaria ha origini rigorosamente selezionate. Dalla Repubblica Dominicana all’Ecuador, Madagascar, Perù e Sao Tomé, paesi dove la coltivazione del cacao ha svolto un ruolo significativo nell’economia. Con oltre 30 mila ettari di piantaggioni, la provincia di Viterbo, a partire dagli anni Novanta, ha conquistato il primato nazionale della produzione di nocciole. La coltivazione nella provincia laziale è estesa in 30 comuni, in 15 dei quali rappresenta la principale attività agricola e coinvolge più di 8 mila famiglie. Per il suo sapore intenso e deciso, la qualità della nocciola Tonda Gentile Romana è ormai riconosciuta ed apprezzata dai grandi maestri cioccolatieri e dalle più rinomate aziende di produzione dolciaria.

La Storia

L'azienda, dalle origini a oggi

La storia di Cimina Dolciaria inizia con la decisione di unire il gusto della nocciola tonda gentile Romana al cioccolato e quindi di valorizzarne ancora di più le sue qualità. La produzione, che parte dalla raccolta di nocciole, si evolve fino alla proposta di creme spalmabili, nocciole ricoperte da diverse tipologie di cioccolata e praline. Il sistema di valori della Cimina Dolciaria, verte intorno a tre capisaldi che guidano l’attività ed il lavoro dell’azienda: tradizione, ricerca e passione. Le fave di cacao vengono macinate finemente per formare la pasta di cacao, il cuore e l’anima del finissimo cioccolato. Il Cacao lavorato in Cimina Dolciaria ha origini rigorosamente selezionate. Dalla Repubblica Dominicana all’Ecuador, Madagascar, Perù e Sao Tomé, paesi dove la coltivazione del cacao ha svolto un ruolo significativo nell’economia. Con oltre 30 mila ettari di piantaggioni, la provincia di Viterbo, a partire dagli anni Novanta, ha conquistato il primato nazionale della produzione di nocciole. La coltivazione nella provincia laziale è estesa in 30 comuni, in 15 dei quali rappresenta la principale attività agricola e coinvolge più di 8 mila famiglie. Per il suo sapore intenso e deciso, la qualità della nocciola Tonda Gentile Romana è ormai riconosciuta ed apprezzata dai grandi maestri cioccolatieri e dalle più rinomate aziende di produzione dolciaria.

Menu Principale x
X